06 novembre 2011

Dall'offline all'online. Strategia di posizionamento su internet

Sono giorni che ci rifletto e sono giunto alla definizione del percorso che un'azienda, nel momento in cui decide di intraprendere una determinata attività online, dovrebbe compiere. Ciò che ho pensato è ancora più funzionale per un brand quasi inesistente online. Non ci si può aspettare di aprire un browser, mettere su un sito ed essere già social (anche se fa figo). Non si può neanche pensare di rimanere estranei al web. Tuttavia, è ormai pressocchè essenziale posizionare strategicamente un brand online.

Il percorso di cui parlavo è riassumibile nell'acronimo KSSAA. Ogni lettera corrisponde ad una fase ed ogni fase è strettamente correlata a quella precedente in un circolo vizioso senza fine: terminato il percorso, si raccoglie l'esperienza e si ricomincia! Le cinque fasi sono: keywords, scenario, strategia, azione e analisi.

Keyword. Per iniziare, è fondamentale stabilire quali sono le parole chiave con le quali all'azienda piacerebbe esser trovata nei motori di ricerca. In questa fase è fondamentale il monitoraggio di blog e forum, nonché del posizionamento della concorrenza.

Scenario. La concorrenza online non corrisponde per forza a quella offline. Bisogna capire innanzitutto qual è la percezione del target del brand, analizzare le strategie della concorrenza e i trend di mercato dettati dal pubblico di riferimento.

Strategia. Questa è la fase più importante perchè, analizzato lo scenario, si deve decidere che strada perseguire, definendo una strategia in base ai risultati del listening. Alla creatività segue l'implementazione per tradurre la strategia in un piano esecutivo.

Azione. Comunicare. Questa è la parola chiave della fase esecutiva. Contenuti di qualità sono la base per un corretto posizionamento nei motori di ricerca. Bisogna, insomma, comunicare in modo strategico, non dimenticando gli step precedenti.

Analisi. Nell'ultima fase si raccolgono i frutti. Attraverso i dati raccolti è possibile capire cosa ha funzionato e cosa no, quale strada continuare a seguire e quale è meglio abbandonare. I risultati ottenuti dalla fase analitica fungono da base per la revisione della strategia.

E si ricomincia.


Nessun commento:

Posta un commento