08 settembre 2011

Nano Live Music Festival 2011 | La finale

L’estate non è ancora finita, anzi, al Cratere sembra appena iniziata! Ieri sera pienone di gente a Ercolano per salutare la quarta edizione del Nano Live Music Festival che, dopo la pausa estiva, ha chiuso con una grande finale in cui si sono esibiti Sabba & gli Incensurabili vs. The Burlesque. Di entrambe le band abbiamo già parlato nel nostro “Salotto” in occasione delle sfide precedenti. I primi sono un divertente quintetto blues, pop, rock, che è stato protagonista della 3° serata del festival in gara con i Sonatin. I secondi, invece, sono una giovane rock band uscita vincitrice dal confronto con gli U-Led della 5° serata del Nano. A determinare la loro partecipazione alla finalissima sono stati il numero di voti online e in sala, compresi quelli della giuria esperta, raccolti nel corso delle serate della manifestazione iniziata a giugno. Gli Incensurabili si sono classificati con 1.252 voti online + 92 live, mentre The Burlesque con 1.127 voti online + 109 in sala. La votazione di ieri si è svolta un po’ diversamente dalle altre e a contare sono stati i soli voti in sala, ossia, quelli espressi dal pubblico e dalla giuria, con una validità del 50 e 50%. Alla fine a trionfare, dopo una performance scoppiettante e trascinante, sono stati gli Incensurabili di Sabba, cui è andato il Primo Premio del Festival.

Tuttavia, il Nano Festival è stato generoso e ad essere premiati non sono stati solamente i primi due classificati, ma ha vinto anche il “lato B”, scherzo, ovviamente hanno vinto per merito, dei B-Side Funk di Torre del Greco, cui è stato assegnato il Premio della Giuria, che li aveva decisamente apprezzati l’8 Giugno in sfida con i The Right Place.

Queste sono le tre band salite sul podio del Nano, ma non dobbiamo dimenticare che fanno parte di una cerchia di 10 gruppi, insieme a Sonatin, MetaVerso, U-Led, The Right Place, Andrea Cassese Band, ArtRePazz e Trailer, selezionati tra le circa 50 candidature di band emergenti, chi più e chi meno nota, che hanno saputo ben rappresentare una piccola parte della scena musicale campana. Una scena variegata ed in continuo fermento, che anche se in alcuni casi ancora immatura, cela delle grandi potenzialità. Quindi…a ben sperare! E ci rivediamo l’anno prossimo, sempre con il Nano Live Music Festival!

Nessun commento:

Posta un commento