10 settembre 2011

E' un vezzo, un lazzo e il solito B. sparacazzate, definisce la Merkel "culona inchiavabile"

Offesi tutti gli italiani che non l'avrebbero mai votato (i famosi coglioni di sinistra), passate in rassegna a colpo di offese tutte le parlamentari dell'opposizione con un occhio di riguardo alla Bindi (i cui epiteti usati per descriverla sono stati davvero vari e di certo poco cortesi), la bandiera del maschio italiano (not in my name, not in my name!) ben rappresentato da B. ha pensato di rivolgere i suoi pensieri maiali oltre le Alpi. La voce è circolata ieri in Parlamento e, sebbene nessuno pensasse che qualche quotidiano avrebbe azzardato la pubblicazione della notizia (non smentita e quindi presumibilmente confermata), Silvio Berlusconi con questa ha davvero superato se stesso, ben oltre quello che chiunque potrebbe immaginare che si addica ad un premier alle prese con una serissima crisi economica oltre che d'immagine.

Il nostro sarebbe (è?) arrivato a definire la cancelliera Merkel non proprio una donna con scarso appeal ma direttamente una "culona inchiavabile". Non che da B. non me l'aspettassi un pensierino del genere, ma mentre la macchina Italia si ferma e la locomotiva Germania può permettersi di salire in cattedra, lui conferma la candidatura al ruolo che fu di Alvaro Vitali nei film di Pierino. La sua specialità? Prendere in giro la maestra racchia e fare il porco con quella bona.

5 commenti:

  1. come fai a dire quello che avrebbe dichiarato berlusconi,dove sta scritto ? c'e' qualche video ?

    RispondiElimina
  2. Sono tutte cazzate,dimostrate quello che dite con i fatti !!!

    RispondiElimina
  3. E' un pizzino lasciato ieri in Parlamento. La notizia è abbastanza ufficiale visto che è stata riportata dalle maggiori testate italiane. Ti stupisci che lo abbia detto?

    RispondiElimina
  4. ma neanche le troie dell'orgettina erano ansiose di farsi impalmare da un vecchio culo flaccido (e aggiungo io vecchio e quindi puzzolente e con carni putride e umori puzzolenti) se non per carpirgli soldi.

    RispondiElimina
  5. Ma come giudicare uno che pur imbellettandosi peggio della peggiore racchia e vecchia, si permise di dire che la Bresso, che era candidata alle regionali per il Piemonte, si spaventava quando si guardava allo specchio la mattina. Lui ignora di proposito tutto quello che dicono le giovani che lo subiscono per danaro e poi per telefono lo criticano, come la Minetti che lo ha definito “culo flaccido” e le altre che ne hanno parlato male e con disprezzo. Vanno con lui solo perché ha i soldi altrimenti andrebbe sempre in bianco. E poi con quello che ha dovuto organizzare meccanicamente per “funzionare” perché dopo l’operazione non era più valido come prima. Se avesse avuto un po’ di acume in merito tante storie e tante critiche le avrebbe evitate. E si sarebbero evitate tante verità che grazie alle sue “infelici sortite” sono venute fuori e gli hanno causato altro danno. Non capisce, essendo sempre vissuto nel pensiero di fare soldi a tutti i costi, che l’uomo ha un valore al di fuori dei suoi soldi. La Merkel, la Bindi, la Bresso, se hanno amici, li hanno conquistati con il loro valore come persone lui ha una serie di individui comprati che non sanno cosa sia un sentimento disinteressato di amicizia vera. E questo più sta al governo e più viene fuori.
    Stefano

    RispondiElimina