28 settembre 2011

Dal Partito dell'Amore al Partito degli Onesti | Cicciolina non vuol fare la pensionata

Ilona Staller, in arte Cicciolina, non ci sta. La fondatrice nel 1991 del Partito dell'Amore, alla soglia dei 60 anni e del discusso percepimento della pensione da parlamentare da 3.000€, torna a far parlare di sè. L’ex pornodiva in un’intervista esclusiva a Oggi afferma di voler tornare a far politica. Voglio subito prendere le sue difese: il fatto che abbia dato il suo sedere per lavoro non la rende politicamente meno credibile di tutte quelle persone (non solo donne) che l'han dato per lavorare.

Due i progetti che Cicciolina ha in mente:
  • Diventare sindaco di Monza. Ha dichiarato: "La farei diventare una città eccitante! Ne ha tutte le potenzialità. Per esempio, se si trasformasse la Villa Reale in un lussuoso Casinò arriverebbero soldi a palate per il Comune". Eccitante? Forse non trovava parole migliori nel suo vocabolario!
  • Fondare un Partito degli Onesti, antimilitarista e per i diritti dei deboli. Dice: "Andrei fra la gente, come al tempo dei Radicali, ad ascoltare i problemi". E tra la gente, a mo di salsiccia lei sa starci!
Ora, non so quanto possa offrire Cicciolina come sindaco di Monza, non so quanto sia in grado di esser leader di un partito ma sono sicuro che i 3.000€ della pensione se li merita molto più di altri. Almeno lei ha fatto del bene nella sua vita (la foto qui sotto lo conferma).


2 commenti:

  1. La credibilità è quella di tanti altri in effetti! Quindi perchè proprio lei no?

    RispondiElimina
  2. E' proprio il ragionamento che ho fatto io. E' un circo? Ci sta bene anche la maiala :p

    RispondiElimina